Chi siamo

bannerino

PastedGraphic-8

1996: nasce il settore Bmx della Polisportiva Libertas Lupatotina.
Fino a quel momento, il bicycle motocross era una disciplina spettacolare praticata soprattutto in America,
Francia, Olanda e Australia.
Ma quell’anno segnò una svolta: la Bmx approdava anche in Italia.
Diventò l’inizio di un cammino costante, progressivo e inarrestabile, che ha portato sulla pista di San
Giovanni Lupatoto un numero crescente di riders desiderosi di confrontarsi con le sfide sulle due ruote a
suon di manual. bunny hop, willing e salti funambolici, ma preparati con dovizia, fra una gobba e l’altra.
Erano gli albori di uno sport destinato a raccogliere un numero crescente di consensi, che con il tempo
hanno permesso di convogliare energie e investimenti, tutti mirati a far crescere la passione fra i più
giovani.
PastedGraphic-7

 

Quell’impegno, quegli sforzi. quell’entusiasmo, hanno dato i frutti sperati: nel2013 il Team Bmx Libertas
Lupatotina si è laureato Campione d’Italia fra i Giovanissimi e vicecampione nazionale in classifica generale,
un risultato impensabile fino a qualche anno fa,
Tra i riders, le punte di diamante del movimento lupatotino sono: Roberto Cristofoli, Campione Italiano Elite e
Nicholas Okoh,
Entrambi fanno parte della Nazionale Italiana, Dal 2012 il tecnico della Nazionale Italiana Bmx, convoca rider
tra giovanissimi, esordienti e allievi, per creare in futuro un vivaio pi~ nutrito di ridere per la Nazionaleltaliana,
Tra i convocati sono presenti anche atleti del Team Bmx Libertas Lupatotina.
Insieme a lui, diversi altri atleti compaiono fra i nomi dei riders scelti dal Commissario Tecnico per rappresentare
il nostro Paese nelle competizioni internazionali. Fra gli obiettivi più importanti, le Olimpiadi di Rio de
Janeiro 2016, un traguardo che tocca molto da vicino la nostra compagine proprio in virtù delle notevoli
personalità agonistiche che vi appartengono.

 

PastedGraphic-6

 

Il Team Bmx Libertas Lupatotina fa parte dell’omonima polisportiva di San Giovanni Lupatoto,
E’ una società senza scopo di lucro, affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana (FCI) ed è politicamente e
confessionalmente neutrale,
L.:attività è organizzata in forma di volontariato. I soci sono i genitori dei minorenni iscritti al Team e gli
stessi atleti maggiorenni.
La gestione è affidata ad un Direttivo, formato da cinque genitori di atleti tesserati eletti democraticamente
dai soci ogni tre anni.
A loro spettano le decisioni sui diversi aspetti connessi all’attività sportiva e la cura dei rapporti con la
Polisportiva, la FCI e tutti gli altri enti con cui si trovi a dover collaborare.
L.:esecuzione delle direttive, poggia fortemente sul volontariato dei genitori, la vera anima di questo team.
La fattiva collaborazione fra tutti, lo sforzo costante nel tenere viva l’armonia e la priorità inderogabile
all’attenzione verso gli atleti, caratterizzano da sempre il nostro operato. Un’intesa che ci ha premiati con i
piazza menti ai vertici nazionali!

 

PastedGraphic-9

 

L’attività del Team si sviluppa su diversi fronti:
• corsi per i principianti. rivolti a chi vuole avvicinarsi al mondo della Bmx. tappa inderogabile per
cominciare a capire e ad amare questo sport:
• allenamenti per Giovanissimi (da 6 a 12 anni) ed Agonisti (Esordienti. Allievi. Juniores. Master ed Elite) a cadenze regolari sulla pista di San Giovanni Lupatoto:
• stages formativi integrativi su altre piste per arricchire il bagaglio di preparazione sportiva e atletica;
• partecipazione alle gare inserite nel calendario del Circuito Italiano e Circuito Triveneto:
• partecipazione a gare di livello internazionale (facoltative):
• occasioni di incontri conviviali ed extrasportivi rivolti a cementare lo spirito di squadra fra atleti genitori e allenatori.

PastedGraphic-10

Il primo obiettivo, da sempre, è la crescita dei nostri atleti che sono, prima di tutto, i nostri figli.
I risultati raggiunti nel 2013 rappresentano il frutto di una escalation per noi importante, fatta di gioie e
fatiche, trionfi e delusioni, ardore sportivo e voglia di crescere.
Nulla si conquista a caso o con leggerezza: ai nostri atleti cerchiamo di trasmettere il valore del sacrificio,
la nobiltà della conquista, il rispetto dell’avversario.
E’ partendo da questi presupposti che puntiamo con decisione alla riconferma di quanto di buono ottenuto
nel 2013 con la speranza di crescere ancora.
Riuscire a portare un nostro rider a Rio de Janeiro 2016, rafforza in noi lo spirito originario con la speranza
di ricalcare felicemente le orme di Manuel De Vecchi già componente della compagine olimpica
azzurra a Pechino 2008 e Londra 2012.

 

FORZA LUPI!!
SQUADRA 2016 1

Lascia un commento